IMG_7157 2

Ciao ragazze!!

Da pochi giorni mi sto dedicando ad una nuova attività di cui vorrei parlarvi ed invitarvi a provare.

Purtroppo non è per tutti perché alcune di voi a livello logistico potrebbero incorrere in qualche problema (tipo non abitare al mare), ma, per tutte quelle ragazze che vivono vicino al mare, ecco di cosa si parla oggi: I BENEFICI DELLA CAMMINATA NELL’ACQUA DI MARE.

E’ esattamente questo a cui mi sto dedicando ultimamente per agevolare gli ultimi mesi di gravidanza. Vediamo insieme quali sono i benefici:

  • L’azione rullante del piede sulla sabbia stimola il ritorno venoso migliorando la circolazione sanguigna
  • Camminando l‘acqua svolge una vera e propria azione massaggiante su gambe e cosce lavorando sempre sulla stimolazione della circolazione
  • I sali minerali contenuti nell’acqua di mare nutrono la pelle delle zone a contatto migliorando l’aspetto della pelle
  • Tonificazione muscolare: camminare in acqua attiva moltissimo la muscolatura di gambe e addome (in quanto fungono da stabilizzatori). Più l’acqua sale sopra il livello del ginocchio più si attivano anche i glutei. Il mio consiglio è proprio quello di tenere l’acqua tra il ginocchio e la metà della coscia in modo da non eccedere nello sforzo fisico ma ottenendo comunque un’ottima attivazione muscolare.
  • Calma la mente: potrebbe sembrare meno importante ma, con i ritmi di vita che abbiamo raggiunto in questi anni, dedicare 30′ della propria giornata a passeggiare a contatto diretto con la natura in un ambiente pulito e con ampi spazi aperti ha un’azione calmante e purificante della mente molto profonda.

Di fatto questa semplice ed economica attività diventa un super alleato nella gestione di cellulite e gonfiore delle gambe. Infatti stimolando la circolazione del sangue si viene ad avere un maggior ricircolo sanguigno che porta ad una diminuzione dei ristagni di liquidi nelle zone critiche alleviando così il gonfiore di gambe e caviglie. Per questo motivo anche in gravidanza questa attività è davvero consigliata, soprattutto con l’avvicinarsi della data del parto quando la circolazione del sangue viene ad essere messa alla prova e il gonfiore prende il sopravvento.

Quando e quanto?

Per quanto riguarda il quando vi direi che dipende dalla stagione. E’ abbastanza importante che l’acqua sia fredda, o almeno più fredda della temperatura esterna quindi  durante il periodo estivo vi consiglio la mattina presto. Per quanto riguarda il resto dell’anno, nonostante allenarsi al mattino sia sempre consigliato, credo sia meglio spostare questo tipo di attività nelle ore centrali della giornata in modo da avere una temperatura leggermente più alta.

Parlando di durata invece direi da un minimo di 30′ ad un massimo di 60′. L’ideale sarebbe riuscire a fare 30′ tutti i giorni in modo da stimolare con continuità muscolatura e circolazione.

Per le donne in gravidanza:

Come sottolineato soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza questa attività può davvero portare grandi benefici. L’unica avvertenza che mi sento di dirvi è, se siete in un periodo di bassa stagione in cui le spiagge sono poco frequentate, di non dedicarvi a queste passeggiate da sole ma di trovare un compagno/a di avventura in modo da avere un supporto in caso di necessità.

Spero di avervi incuriosite abbastanza da provare questa bellissima esperienze e renderla un po’ parte della vostra quotidianità!

Buona passeggiata!